CUS BOLOGNA – BASKET

0
46

Conosce il proprio avversario il Cus Bologna che, nei quarti di finale degli Europei Eusa di pallacanestro, incrocerà la strada dei rumeni dell’Università di Pitesti. Si tratta di una vecchia conoscenza delle precedenti uscite dell’Alma Mater Studiorum che potrà sempre contare sul tifo a distanza del rettore Francesco Ubertini. Si gioca alle 13 e Matteo Lolli non ha dubbi. “Conosciamo i rumeni – spiega il coach dell’Alma Mater Studiorum Matteo Lolli -. Negli ultimi anni sono cresciuti e sono diventati sempre più competitivi. Anche qui a Poznan si sono presentati con una squadra molto interessante e con dei lunghi che si fanno sentire. Insomma, sono una squadra completa. Noi sappiamo di dover cominciare dalla difesa, che è il nostro punto di partenza. Sono fiducioso”.

La squadra affidata a Matteo Lolli (vice Giorgio Broglia, fisioterapista Alessandro Vitti e accompagnatore Agonistico Briatico) è composta da Gioacchino Chiappelli (capitano), Valerio Cucci (reduce dalle Universiadi), Gabriele Fin, Matteo Folli, Marco Montanari, Matteo Polverelli, Gherardo Sabatini, Gustavo Savio, Marco Timperi, Carlo Trentin, Alessio Tugnoli e Riccardo Zani.