CUS BOLOGNA – BASKET

0
74

Missione compiuta, ma quanta fatica. Il Cus Bologna nei quarti di finale dei campionati Europei Eusa di pallacanestro piega l’università di Pitesti (Romania) 71-63 (24-20, 34-28, 46-45 i parziali). Fatica tantissimo il gruppo dell’Alma Mater Studiorum che non riesce mai a trovare la grinta giusta in difesa. Sta sempre davanti il Cus, ma non riesce a chiudere la partita.

In mezzo a tanti lati negativi (da rivedere) uno davvero importante. Il cuore del gruppo che vacilla all’inizio dell’ultima frazione. Si passa dal 46-45 per il Cus al 48-52. I ragazzi di Pitesti sembrano lì, pronti a scappare. Una tripla di Valerio Cucci dà il via al parzialone. Con un break di 16-0 il Cus Bologna chiude i conti e contiene l’ultima spallata dei rumeni. Dopo due titoli consecutivi, il Cus Bologna è ancora lì, in semifinale. Con un pizzico di fortuna potrebbe arrivare una nuova medaglia per la gioia del rettore Francesco Ubertini.

Alessio Tugnoli, uno dei migliori, non ha dubbi. “Pitesti si è rivelata un’ottima rivale. Ci ha fatto sudare per tre quarti poi, nell’ultima frazione, abbiamo messo a segno il colpo per arrivare fino al +10. Non è stata una bella partita, Pitesti ci ha costretto a giocare male, ma non abbiamo mai perso la lucidità e, quando contava, l’abbiamo presa”.

Dietro l’angolo c’è l’università di Rouen.

“I francesi come ogni anno si presentano con organici sempre più validi. Sono un’ottima squadra. Ma noi, come Cus Bologna, siamo pronti a tutto. Come sempre”.

Il Cus Bologna giocherà la semifinale a Poznan, venerdì 26 luglio, alle 15,15, contro l’Università di Rouen.

Il tabellino del Cus Bologna: Gabriele Fin 18, Marco Timperi 11, Valerio Cucci 11, Alessio Tugnoli 10, Carlo Trentin 7, Gherardo Sabatini 6, Gustavo Savio 4, Gioacchino Chiappelli 3, Matteo Folli 1, Marco Montanari, Matteo Polverelli, Riccardo Zani. Allenatore: Matteo Lolli (vice Giorgio Broglia).