CASA DELLA SOLIDARIETA’ – IL POTERE E L’IMMAGINAZIONE

0
38

Venerdì 7 dicembre 2018 alle 17.00 Carlo Monaco presenta: Le riflessioni sul ’68, in una conferenza per la Festa della Storia. Il “Sessantotto” è uno dei pochi anni che si è meritato di diventare un sostantivo: che cosa ne rimane mezzo secolo dopo? A questo interrogativo tenta di dare una risposta, attraverso le lenti della ricerca storica, Carlo Monaco, nella conferenza “Il potere e l’immaginazione. Riflessioni sul ’68, cinquant’anni dopo”, in programma venerdì 7 dicembre alle ore 17.00 e spostata, a causa dei lavori in Casa della Conoscenza, presso la Casa della Solidarietà “A. Dubcek” (via del Fanciullo, 6 – Casalecchio di Reno) – Sala Foschi.
Sul 1968 una ricerca storica si rende tuttora necessaria per la ricostruzione di fatti eterogenei (lotte sindacali, operaie e di popoli contro un dominio straniero) estesi su un vastissimo campo geopolitico. Se l’esperienza americana è per molti aspetti anticipatrice, con il movimento studentesco di Berkeley che già dai primi anni ’60 unifica i temi dei diritti civili dei neri con quelli della lotta contro la guerra del Vietnam, il cuore del Sessantotto è in Europa, con la capacità creativa del Maggio francese, che teorizza la “immaginazione al potere” seguendo le tre M di Marx, Mao e Marcuse, e l’epicentro politico nella “primavera di Praga”, in cui i carri armati sovietici stroncano la speranza di un socialismo dal volto umano. In Italia, il Sessantotto e i mesi immediatamente seguenti si traducono in forti lotte studentesche, nell’approvazione dello Statuto dei lavoratori e della legge sul divorzio, ma anche nell’inseminazione di attività brigatiste e terroriste. Quale valutazione realistica è possibile dei risultati, e dell’influenza sull’oggi, per un movimento tanto vasto ed esteso?
Carlo Monaco è stato docente di storia e filosofia nei licei di Bologna e provincia, e di Filosofia politica e Dottrina dello Stato presso l’Università di Bologna; ha svolto attività di pubblico amministratore nel Comune e nella Provincia di Bologna e nella Regione Emilia-Romagna. Svolge da anni attività di divulgazione presso università degli adulti (Primo Levi di Bologna, Università Aperta di Imola) e altre associazioni. Tra i suoi libri più recenti, Parlando con San Giacomo. Sulla via di Compostela (Giraldi, 2013), Filosofia per tutti. Il modo migliore di prendere la vita (Giraldi, 2014) e I cristiani di oggi. Identità e differenze (Pendragon, 2014).
La conferenza, curata da Biblioteca C. Pavese e Associazione Amici della Primo Levi – Valle del Reno, è a ingresso libero, e prelude al corso “Il nostro debito verso i Greci” che Carlo Monaco condurrà per l’Università Primo Levi a partire da giovedì 31 gennaio 2019, sempre in Casa della Solidarietà.
L’incontro del 7 dicembre è il penultimo appuntamento del ricco calendario casalecchiese, che si concluderà giovedì 13 dicembre, per la XV Festa Internazionale della Storia (Bologna, 20-28 ottobre), la principale manifestazione europea del settore, organizzata dall’Università di Bologna, con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.