“Pendragon Book Club – incontri con gli autori sotto il portico della Libreria Nanni”: “Intorno alla scuola di arazzi e ricami e alla Galleria antiquaria. Storie di imprenditoria e cultura delle arti 1893-1929” di Maria Virginia Cardi

0
198

A partire da domani, 29 marzo, e fino ai primi di maggio a Bologna si terrà la seconda edizione della rassegna “Pendragon Book Club – incontri con gli autori sotto il portico della Libreria Nanni“. Dopo il successo dell’edizione autunnale, riprendono le presentazioni all’aperto in via De’ Musei organizzate da Edizioni Pendragon in collaborazione con Andrea Nanni. La prima di esse sarà dedicata al volume:

Anita e Giuseppe Sangiorgi
“Intorno alla scuola di arazzi e ricami e alla Galleria antiquaria
Storie di imprenditoria e cultura delle arti 1893-1929″ di Maria Virginia Cardi
A dialogare con l’autrice ci saranno Antonio Bagnoli e Valeria Cicala

Il libro: due profili biografici che disegnano il ritratto di un’epoca di eccezionali trasformazioni economiche e sociali, che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del nostro Paese.

Anita e Giuseppe Sangiorgi si formano nella Milano degli anni Settanta dell’Ottocento durante la turbolenta stagione della Scapigliatura, diventando amici di Tranquillo Cremona, Carlo Pisani Dossi, Felice Cavallotti, Marco Praga. Lei, cognata di Mosè Bianchi, frequenterà i circuiti delle emancipazioniste post-risorgimentali e darà forma al suo progetto di una scuola/laboratorio di arazzi e ricami, a Rimini. Lui, uomo colto, imprenditore e filantropo, diventa uno degli antiquari più raffinati e importanti d’Italia e d’Europa, aprendo negli anni Novanta la sua galleria al piano terra di Palazzo Borghese a Roma; mentre Anita, legata alle Industrie femminili italiane, inizia a produrre i suoi manufatti tessili per un’altolocata committenza. Entrambi frequentano le grandi Esposizioni e spesso vi presentano i loro preziosi oggetti, intrecciando relazioni con il mondo della cultura e dell’economia italiana.

L’autrice:
Maria Virginia Cardi (1958) è docente di Antropologia delle arti presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano; nella sua ricerca si è occupata di storia sociale delle culture artistiche e di strutture simboliche dell’immaginario. Tra i suoi principali lavori ricordiamo Il rituale del serpente. Antropologia estetica ed altro (a cura di), Longo, Ravenna 1998; Immaginario e comportamento (a cura di), Raffaelli, Rimini 2000; Le rovine abitate, Alinea, Firenze 2000; Città sotterranee. Abitare profondità e superficie, Unicopli, Milano 2007.