TRA LE DITA – A Trame Marina Kazakova & Slow Bear presentano “I Think About Your Hands”

0
12

Giovedì 12 settembre alle ore 18,00 alla libreria Trame in via Goito 3/C a Bologna
Marina Kazakova & Slow Bear presentano “I Think About Your Hands” un pomeriggio di poesia e musica dedicato a Leonardo da Vinci.
Nel cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci ospitiamo una tappa del tour internazionale del duo Marina Kazakova & Slow Bear con una lettura musical-poetica ispirata e dedicata a Leonardo e al suo (e nostro) magnifico paese d’origine.

“Guarda, se tu credi…” Così scrive Leonardo delle mani, presenti in molte sue opere, le mani posate con garbo su grembo di Monna Lisa, dell’Ultima cena, della Fanciulla con l’ermellino… un tema con cui l’artista dialoga sensualmente, aprendo spazi non solo all’analisi ma anche ad una visione poetica.
Le mani da lui disegnate sono una delle più belle rappresentazioni nella storia dell’arte.
Mani che comunicano ritmi interiori e verità intraducibili in parole, o nascoste dalle parole stesse, mani che confermano l’identità del parlante e ne rivelano la struttura emotiva.
Durante l’incontro la poetessa russa Marina Kazakova, che vive in Belgio, e il dj e musicista belga Slow Bear metteranno in scena un reading poetico ispirato a Leonardo, alla Russia e all’Italia, ogni poesia accompagnata da musiche originali per chitarra
I poemi racconteranno di emozioni, ma si confronteranno anche con temi politici che riguardano da vicino tutti noi, migrazioni, crimini d’odio, discriminazione, mercificazione del corpo.

Slow Bear eseguirà anche alcuni brani del proprio repertorio.
Marina Kazakova nata a Gorky nel 1983 è una scrittrice, poetessa e artista audio-visuale, e attualmente vive in Belgio. Pubblicata in riviste e giornali internazionali, Marina è una performer, è stata nella selezionata e premiata svariate volte in diverse competizioni di poesia e film-poetry. È l’autrice del romanzo “Tishe…Piano”, il quale adattamento cinematografico è stato selezionato per l’International Short Film Festival di Leuven nel 2013, al Miami Indie Wise Festival nel 2018, al XpoNorth Festival nel 2018 ed è stato come premiato come ’The Best Narrative Short’ all’International Film Festival da Savva Morozov a Moscow nel 2015. Il suo lavoro letterario è caratterizzato da una grande considerazione del confronto tra il passato e l’esplorazione delle sfide poste dalla memoria e dalla sofferenza. Oltre alla poesia, Marina ha scritto saggi e articoli per pubblicazioni come la rivista “The Word” (Bruxelles), Culturetrip.com e Seanema.eu. Marina tiene un Master in Pubbliche Relazioni e Transmedia. Ad oggi è Communication Officer al ‘Victim Support Europe’ (Bruxelles) e sta lavorando al suo practice-based PhD: “Lyric Film-Poem. A research on how the unique characteristics of lyric poetry can be expressed in film” alla Luca School of Arts (KULeuven).

Slow Bear è un musicista belga con influenze che derivano dal country-blues, dal realismo magico e dal pop e grunge degli anni sessanta. Nonostante si esibisca come solista, la sua intenzione è la stessa di una band alternative rock: di trasmettere energie che smuovono nel profondo. I video dei suoi brani ‘Normandy and Me’ e ‘Fucking Off’ sono stati selezionati in decine di festival in tutto il mondo. Slow Bear sta attualmente lavorando al suo terzo album, intitolato ‘A Message from the West’. Negli ultimi anni Slow Bear è stato costantemente in tour in Europa, da Turku (Finlandia) a Milano (Italia), a volte come solista, altre volte accompagnato da Marina Kazakova con le sue poesie performative. Per info: www.slowbear.be