TRA LE DITA – A Trame Roberto Van Heugten presenta “Asia ombre e intrighi nella Brescia che conta”

0
37

Martedì 21 gennaio alle 18 alla libreria Trame in via Goito 3/C a Bologna, Roberto Van Heugten presenta “Asia ombre e intrighi nella Brescia che conta” (Homo scrivens) e ne parla con Paolo Panzacchi.
Primavera 2009. La tempesta finanziaria che imperversa nel mondo dopo il crack Lehmann Brothers mostra i suoi nefasti effetti anche nella provincia bresciana, terra di industriali ed enormi patrimoni di antica genesi.
Fra queste spicca la famiglia Vangadizza, a capo di un autentico impero economico che opera in vari settori e ha sedi in tutto il mondo. Una famiglia e un’azienda apparentemente solidissime, sconvolte dalla tragica e improvvisa morte del fondatore, il Cavalier Cesare, di cui, al termine di una frettolosa indagine, gli inquirenti decretano il suicidio.
Asia, nipote prediletta, al fianco del nonno nella conduzione delle imprese, non si rassegna a questa versione, né all’apertura del testamento che causa un improvviso stato di povertà suo e delle due sorelle: Allegra, frivola, appariscente, capricciosa, e Ambra, pittrice di successo dalla personalità fragile e insicura. Davvero il nonno ha deciso di togliersi la vita? E dove è finito il suo immenso patrimonio?
E soprattutto, che c’entra in tutto questo Gianluca Vanetti, biografo di professione, malato di golf e residente con la sua placida gatta Opal nella bellissima casa sul meteorite, nel cuore della Valtènesi?
La terza avventura dell’investigatore suo malgrado Gianluca Vanetti è un romanzo in cui figure ambigue si muovono sullo sfondo di una vicenda che assume via via connotati sempre più misteriosi e tragici. Un giallo classico, astuto e sorprendente, ambientato in due mondi popolati da personaggi feroci e spietati: l’alta finanza e la famiglia.

Roberto Van Heugten, classe 1965, origine olandese, eclettico, talentuoso e mai soddisfatto dei propri risultati, dopo aver scoperto nel 2014 un’attitudine alla scrittura narrativa mai espressa prima, si trova meno di cinque anni dopo a pubblicare il suo terzo romanzo e a ricordare con soddisfazione un’inattesa collezione di attestati e riconoscimenti.
Ora più che mai curioso osservatore del mondo che lo circonda, Roberto riesce a esplorare diverse modalità di scrittura. Ne sono prova le pubblicazioni di testi di vario genere, ugualmente ricchi di colpi di scena mai banali e sempre coerenti con le aspettative del lettore.
Risiede a Lonato, vicino alle rive del Lago di Garda e ai confini sud-orientali della Valtènesi, territorio incantato dove vengono ambientate le vicende che coinvolgono il suo personaggio chiave, Gianluca Vanetti.

Paolo Panzacchi è nato a Sassuolo (Mo) nel 1984 e vive a Ferrara. Nel 2015 per Maglio Editore è uscito il suo romanzo d’esordio “L’ultima intervista” vincitore del Premio della Critica al Premio Internazionale Città di Cattolica. Nel 2018 per Pendragon Collana gLam è stato pubblicato “Drammi quotidiani”. Sempre nel 2018 è uscito per Laurana Editore nella Collana Calibro 9 Giallo&Noir, diretta da Paolo Roversi, Il pranzo della domenica.
Vari suoi racconti sono presenti in antologie.