TRA LE DITA – All’Archiginnasio incontro tra Claudio Magris e Roberto Finzi, autore del saggio Breve storia della questione antisemita

0
281

Mercoledì 23 gennaio alle ore 17,30, Roberto Finzi prosegue nella sua opera di attacco ai pregiudizi occupandosi di uno dei principali e più longevi. In vista del Giorno della Memoria, Bompiani pubblica infatti il suo saggio “Breve storia della questione antisemita”

La mancanza di un grande sforzo di analisi rigorosa della cultura, del senso comune, dei riflessi condizionati mentali degli europei ha fatto sì che l’antisemitismo sia rimasto una presenza inquietante nel mondo postbellico e post-shoah, per quanto sempre condannato in modo solenne. 

Dai pogrom in Russia al caso Dreyfus, dall’idea di un “complotto sionista” ai lager nazisti, il XX secolo ha registrato un agghiacciante salto di qualità nella violenza degli attacchi. Proprio quando l’integrazione nelle società contemporanee sembrava un fatto acquisito, l’antiebraismo di matrice religiosa ha ceduto il passo all’antisemitismo fondato su presunte basi razzistiche. Finzi ci conduce alla scoperta di questo male strisciante nella storia dell’umanità, di cui l’antisemitismo moderno è solo una parte della vicenda. “Conoscere la punta dell’iceberg può essere utile a far cogliere a ognuno di noi, nella società e in noi stessi, pure gli elementi che ne compongono il grande corpo immerso. E anche a far riflettere sulla paura del da noi diverso che pervade le società persino in questo inizio del terzo millennio, meraviglioso per le straordinarie innovazioni tecniche ma ancora impregnato di una moltitudine di antichi, radicati pregiudizi.”

 ROBERTO FINZI

(Sansepolcro, 1941) Ha insegnato Storia economica, Storia del pensiero economico e Storia sociale negli atenei di Bologna, Ferrara e Trieste. Ha pubblicato con le maggiori case editrici italiane e in numerose riviste italiane e straniere. Suoi lavori sono stati editi in Argentina, Belgio, Brasile, Cina, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Spagna, Stati Uniti. Per Bompiani ha pubblicato Il pregiudizio (2011), proseguendo poi la riflessione su preconcetti con L’onesto porco (2014), Asino caro (2017) e Il maschio sgomento (2018)