TRA LE DITA – Giovedì 10 gennaio alle 20,30, al Cineclub Bellinzona Livio Crescenzi presenta le sue traduzioni dickensiane edite da Mattioli 1885, Bookshop a cura di Trame

0
184

Charles Dickens nacque a Portsmouth nel 1812, ma si trasferì ben presto a Londra dove visse fino alla sua morte, nel 1870. Autore di bestseller come Oliver Twist, David Copperfield o il Canto di Natale, fu anche filantropo, editore di due periodici, giornalista e opinion maker.
La sua prosa ci sorprende ancora oggi per la sua straordinaria modernità, e per la capacità di evocare scene e personaggi come pochi altri contemporanei.

Livio Crescenzi (Roma 1948), dopo aver svolto per decenni la professione di archeologo in Medio Oriente, Africa Orientale e Centro America, da tempo collabora continuativamente con Mattioli 1885 traducendo letteratura inglese e americana, fra cui Dickens e Mark Twain.
Da sempre attento lettore della letteratura memorialistica e storiografica relativa alla Shoah, in questi ultimi anni si è dedicato alla traduzione integrale dei verbali del processo Eichmann, mai tradotti prima in italiano.

Segue, alle 21 circa, la proiezione di “Oliver!” di Carol Reed (1968), tratto da “Oliver Twist” di Charles Dickens.