TRA LE DITA – Massimo Cacciari presenta “La mente inquieta. Saggio sull’umanesimo” (Einaudi 2019)

0
39

Sabato 12 ottobre alle ore 17,00, per il ciclo “Le Voci dei libri all’Archiginnasio” Massimo Cacciari, in dialogo con Ivano Dionigi, presenta il suo ultimo libro dal titolo La mente inquieta. Saggio sull’umanesimo (Einaudi 2019).

L’incontro – che sarà arricchito da letture a cura della Scuola di teatro Alessandra Galante Garrone – si svolgerà come di consueto nella Biblioteca dell’Archiginnasio, ma considerato il grande successo della rassegna, che richiama un pubblico sempre più numeroso e superiore ai limiti di capienza della sala dello Stabat Mater, l’Istituzione Biblioteche accoglierà il pubblico anche nella nuova sala conferenze all’ultimo piano di Biblioteca Salaborsa, dove sarà possibile seguire l’incontro in video collegamento.  Data la vicinanza delle due biblioteche, al termine della conferenza sarà anche facile raggiungere rapidamente l’autore per il consueto “firmacopia”, che si svolgerà presso la Libreria Zanichelli, sotto il portico del Pavaglione.
La registrazione dell’incontro sarà disponibile nei giorni successivi sul canale YouTube dell’Archiginnasio www.youtube.com/user/Archiginnasio.

La mente inquieta.
Attualmente è ancora predominante una visione del periodo dell’Umanesimo che ne esalta, da un lato, i valori estetico-artistici, e tende a ridurne, dall’altro, il pensiero a elementi retorico-filologici. Massimo Cacciari ci fa capire come le cose siano più complesse e meno schematiche e come la stessa filologia umanistica vada in realtà inserita in un progetto culturale più ampio nel quale l’attenzione al passato è complementare alla riflessione sul futuro, mondano e ultramondano. Dunque una filologia che è intimamente filosofia e teologia. E i nodi filosofici affrontati dagli umanisti (che in quest’ottica non iniziano con Petrarca o con i padovani, ma con lo stesso Dante) sono difficilmente ascrivibili a sistemi armonici o pacificanti, secondo una visione tradizionale del Rinascimento. C’è un nucleo tragico del pensiero umanistico, fortemente «anti-dialettico», in cui le polarità opposte non si armonizzano né vengono sintetizzate.

Le Voci dei libri in Archiginnasio è organizzata da Istituzione Biblioteche – Biblioteca dell’Archiginnasio con Coop Allenza 3.0 e Librerie.Coop

Infobit.ly/2VpIZBy