31/OTT/2022Stefano ZaneriniSpettacolo, Gente di teatro
293

A teatri di Vita Discesa all'Inferno con il Teatro del Lemming

Un viaggio nell'Inferno dantesco, che è anche il mondo capovolto delle nostre paure e dei nostri incubi. A proporlo è il Teatro del Lemming in "Inferno. Parte I di Nekyia", con la regia e la musica di Massimo Munaro, e l'interpretazione di Alessio Papa, Diana Ferrantini, Fiorella Tommasini, Chiara Elisa Rossini e Katia Raguso. L'appuntamento è domenica 6 novembre alle ore 17, a Teatri di Vita (via Emilia Ponente 485, Bologna; tel. 333.4666333; teatridivita.it), preceduto dall'ormai tradizionale "rito del tè" di Teatri di Vita (ogni domenica agli spettatori viene offerto il tè all'arrivo in teatro).

Lo spettacolo del Teatro del Lemming è programmato all'interno della stagione "Get up! Stand up!", realizzata con il contributo del Comune di Bologna, della Regione Emilia Romagna, del Ministero della Cultura.

***

Lasciate ogni speranza, voi ch'entrate: benvenuti all'Inferno. Quello di Dante, quello delle nostre fantasie e paure, quello del Teatro del Lemming, fatto di corpi nel buio squarciato da luci violente. Lo spettatore è invitato a un viaggio che, come quello del Sommo Poeta, è destinato a cambiare chi lo affronta. Un mondo altro, straniero, capovolto, ma anche tragicamente legato alla quotidianità e all'esperienza dei nostri giorni. Se da un punto di vista psichico l'Inferno, come e? per il teatro, suggerisce uno sprofondamento dell'anima nel regno dei morti, del sogno e dell'inconscio, cioe? in un luogo senza tempo, da un punto di vista etico ci riporta, invece, a domande basilari sul nostro tempo, sul regno del presente: a questo presente gli spettatori, qui, sono lasciati nella loro condizione quotidiana di muta impotenza. Uno specchio crudele per provocare uno shock rivelatore e salutare.

Il Teatro del Lemming, che torna a Teatri di Vita dopo diverse altre occasioni negli anni scorsi, e? da tempo riconosciuto come uno dei gruppi di punta del nuovo teatro italiano ed europeo, fondatore di una originale poetica di coinvolgimento chiamata teatro dello spettatore, che rifugge la massa e ricerca una relazione intima e personale con ciascun individuo. La compagnia, guidata da Massimo Munaro, ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Totola, il Premio Piccoli Palcoscenici, il Premio Ubu Giuseppe Bartolucci e il Silver Snowflake al Sarajevo Winter Festival.

11 Lug. 2024 - Francesco Piggioli
5 Giu. 2024 - Francesco Piggioli
24 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
21 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
11 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
3 Mag. 2024 - Francesco Piggioli

DUSE 200, Teatro Duse sold out per il comico Vito

12 Ott. 2023 - Redazione

E'  un Teatro Duse sold out quello che attende il ritorno di Vito, impegnato il 19 ottobre alle 21 nello spettacolo ‘Omaggio al Duse - Storie e racconti della Bologna di ieri, oggi, domani’, scritto appositamente per la rassegna ‘Duse ...

Leggi tutto

Francesco Renga e Nek Filippo Neviani all'EuropAuditorium

12 Ott. 2023 - Redazione

Il 16 ottobre Francesco Renga e Nek Filippo Neviani saranno insieme live sul palcoscenico del Teatro EuropAuditorium di Bologna per ripercorrere ancora una volta le loro incredibili carriere musicali che hanno segnato intere generazioni. È online ...

Leggi tutto