4/MAG/2023Diego CostaFoot...ball
886

Corticella Under 18, la stagione perfetta

Vince la finale regionale sulla Sammaurese 4-3 ai rigori) e passa alla fase nazionale da imbattuta. La bella storia di Francesco Merighi: "Cotignola, un segno del destino". 

 - 

Vinca il migliore! Quante volte lo si esclama, prima di una finalissima, di un match di cartello, nel calcio? E quante volte, in uno sport dove molti sono scienziati ma la materia, spesso, smentisce numeri, teoremi e postulati? 

Beh, al di là del fatto che se a decidere le sorti di una lunga e intensa stagione sono i rigori, il già non spesso confine tra vittoria e sconfitta diventa sottilissimo, ieri a Cotignola - in occasione della sfida di finale playoff tra Corticella e Sammaurese - il successo della squadra di Alessio Curcelli, stravolto alla fine dalle emozioni, è davvero andato a premiare la squadra migliore. Il Corticella alza il trofeo di campione regionale Under 18 dopo una cavalcata che l'ha vista chiudere imbattuta il campionato. 

Una rara e straordinaria cifra nel palmares. Se aggiungiamo poi che in queste gare di finale, il custode dei pali bolognesi Tomas Simone non ha subito un solo gol, se non alla lotteria finale, anche questo è valore aggiunto. 

Elementi che ci fanno pure estendere i complimenti alla Sammaurese, che meritatamente esce a testa alta dall'ultimo atto. Dopo aver dato una ulteriore dimostrazione del valore di quel sangue romagnolo esaltato anche in letteratura. 

LA PARTITA - A Cotignola è stata la finale che ci si può aspettare. Un braccio di ferro in bilico fino all'ultimo, match di grande sapore agonistico ma, come sottolineato nei discorsi di commiato dal pres. FIGC Alberici, molto corretto, in campo e in tribuna. 

Il primo tempo è stato molto combattuto, poche emozioni, poca profondità consentita dalle difese, un morbido palo colpito dal limite dalla Sammaurese che già in campionato aveva venduto cara la pelle con la capolista. A pareggiare anche il conto dei legni una traversa su incornata ravvicinata anche dei bolognesi. 

Nella ripresa, la capolista si è presa prepotentemente e generosamente la scena, ma la Sammaurese, pur limitandosi quasi esclusivamente alla difesa, non ha concesso quasi nulla ai favoriti, finendo per imporre lo 0 a 0 finale. Timide ma sentite proteste per un mani in area romagnola, da parte del clan emiliano. Brivido lungo la schiena per un'uscita .. da centromediano del portiere Simone, con pallone indirizzato in porta quasi da centro campo uscito di poco come unica chance della Sammaurese dal 46' in poi. 

Va detto infine che il campo lievemente sconnesso ha un po' penalizzato la squadra più tecnica, alleandosi con chi difendeva. 

E questo a una manciata di km. dallo stadio di Lugo, manto erboso perfetto,  cui sono legati splendidi ricordi dell'antico Baracca... 

Ai rigori, come spesso succede, ha vinto... Chi per primo ne aveva sbagliato uno. 

Vedere scritto 4 a 3 porta a suggestioni storiche facili. 

La seconda prodezza di Tomas Simone contro una del suo omonimo ha fissato il risultato finale e consentito al Corticella, seguito dal vertice del club, ad alzare il trofeo. 

Giusto cosi. Giusto però anche rivolgersi agli sconfitti, con una raccomandazione che non è retorica. Questi adolescenti nel fiore degli anni della loro vita giocano a dadi col loro destino. E si sa che la fortuna è componente essenziale. Va aiutata con l'audacia. Va aiutata sapendo cogliere che cambiare il proprio destino da doloroso a gioioso è un attimo. 

Bisogna cogliere questa sottigliezza e trasformare in energia positiva anche l'amarezza. Così può cambiare la vita. 

LA BELLA STORIA - Ora il Corticella dovrà correre in salita, proiettato com'è alle finali nazionali. Tutta esperienza, bella esperienza. 

Diceva un grande scrittore americano che le belle storie si scrivono da sole. Ed è proprio così. Specie per un ragazzone che si chiama Francesco Merighi, figlio di Alessandro, compagno di squadra di un certo Roberto Mancini in un Bologna allievi campione d'Italia. Francesco, che affettuosamente chiamo Ciccio, sembrava destinato a non poter giocare a pallone per una malformazione cardiaca. 

Immaginatevi un ragazzino che ha nel Dna il germe del pallone, cui un papà (sognante per lui tutte le gioie sportive che lui ha solo sfiorato) deve dire un atroce verdetto: non puoi più giocare. 

Ciccio non ci sta, la vita è bastarda, pensa. Ma non si arrende, né lui, né tantomeno il papà. Il tempo è scandito dalla ricerca di una speranza, come chi finisce in una caverna e va a cercare la luce del sole. 

Quella luce che Alessandro "minatore nel buio" trova. Ha le sembianze di un cardiochirurgo giapponese, si chiama Ozaki, la sua è una terapia sperimentale, la famiglia Merighi la sposa. 

Senza entrare nel merito, si tratta di intervenire togliendo una particina di tessuto del proprio cuore da una parte e usarla dove serve. L'intervento riesce perfettamente, Ciccio ha l'ok medico e sportivo. Può ripiantare nel vaso i semi della passione per il calcio. 

Vederlo giocate in finale, ieri, sapendo, è stata una gioia per gli occhi.

 L'abbraccio con il papà, burbero gentile, alla fine, e quello con mamma e sorellina,  ci ha inumidito gli occhi. 

" Caro Diego - mi ha detto Ciccio - ricordo bene quei giorni ribelli, a scuola ero spesso chiamato in presidenza, mi avevano tolto il mio giocattolo e non lo accettavo, non lo capivo, non era giusto. 

Sono stati due anni e mezzo brutti. Ma quando ho visto che la finale, questa finale, di sarebbe disputata qui a Cotignola... Ho capito che era scritto che avremmo vinto oggi. Perché? Perché non lontano da qui, a Villa Maria, sono stato operato e mi sono ripreso la mia vita. Perciò, sì, posso dirlo: il destino l'ha apparecchiata benissimo". 

PROTAGONISTI -  Non rimane che scrivere i nomi del Corticella campione regionale Under 18. 

Simone, Mezzadri, Melideo, Merighi, Venturi, Fini, Di Marcello, Di Geronimo,  Daas, Guida, Sandri,   Bugani, Acciville, Caruso, De Lisa, Di Mascio, Piccitto, Bonetti, Gualandi, Venturoli

21 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
11 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
3 Mag. 2024 - Francesco Piggioli
28 Apr. 2024 - Francesco Piggioli
22 Apr. 2024 - Francesco Piggioli
14 Apr. 2024 - Francesco Piggioli

SECOND LIFE - Nuova puntata

18 Apr. 2024 - Redazione

Mancano 90 minuti per definire le classifiche di Seconda Categorie. Qualche squadra già promossa e qualcuna, purtroppo, già retrocessa. Se ne parla con Giorgio Callegari e Stefano Zanerini ed i loro ospiti tra i quali Marco Ballerini (Funo), ...

Leggi tutto

SECOND LIFE - Nuovo appuntamento del 20 marzo

20 Mar. 2024 - Redazione

Ancora chiacchiere di Calcio, con riferimento alla Seconda Categoria bolognese con Giorgio Callegari, Marco Lacci e Stefano Zanerini. Ospiti della puntata Luca Quattrocchi (Libertas Ghepard) Andrea Marchesi (Savena Calcio), Alessandro Convertino (Savena ...

Leggi tutto